Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_newyork

FEDERICO VERCELLONE

Data:

16/09/2015


FEDERICO VERCELLONE

Pensare per immagini.Tra scienza e arte

Presentazione libro

Interlocutori:Giovanna Borradori (Vassar College) e Achille Varzi (Columbia Uni.). Il libro si propone di dimostrare come la scienza oggi sia molto spesso scienza per immagini, non però in un senso puramente "illustrativo", bensì nel senso che nella scoperta scientifica è l'immagine a venire prima della sua concettualizzazione: potremmo dire, della sua traduzione in parole. La forma, come la pensava Goethe, è il dispositivo che traduce il caos originario del mondo in un equilibrio dinamico di forze. L'immagine entra in gioco come struttura attraverso la quale mettiamo in ordine – in forma, appunto – i fenomeni. Da sempre, l'uomo pensa per immagini. Ma l'approccio visuale manifesta oggi una sua particolare attualità. Viviamo infatti in una cultura che dall'immagine è intensamente dominata. la cultura contemporanea ha fatto propria la sfida dell'immagine creando un nuovo universo scientifico, quello degli "studi visuali", che questo libro indaga secondo una prospettiva inedita, attenta all'intersezione fra i tradizionali domini dell'estetica e il mondo delle scienze. La presenza dell'immagine non è infatti confinata all'arte. E non si estende solo alla pubblicità e al design, ma include anche la scienza e la tecnica. Federico Vercellone è professore ordinario di Estetica all’Università di Torino. Le sue ricerche hanno attraversato diversi ambiti: la relazione tra l’estetica e l’ermeneutica filosofica contemporanea; la storia del nichilismo nel pensiero occidentale; il romanticismo tedesco. Attualmente si occupa del dibattito contemporaneo sulla morfologia, con l’obiettivo di pensare un approccio multidisciplinare ai concetti di forma, immagine e fenomeno

Informazioni

Data: Mer 16 Set 2015

Ingresso : Libero


872